Gioca & Yoga - Insegnante: Elisabetta Iori

 

 

 

Perché decidere di far partecipare i vostri figli ad un corso di Yoga bimbi

1. Perché attraverso il gioco esercitano il corpo alla flessibilità, alla libertà di movimento, all’equilibrio, al ritmo, alla coordinazione: fondamentali per una crescita creativa , non solo fisica  ma anche mentale.

2. Perché è uno strumento per liberare la creatività e la gioia di vivere.

3. Perché conoscendo nel profondo il corpo, la mente e le emozioni si acquisisce più sicurezza ed autostima migliorando così la socializzazione.

4. Perché, attraverso un educazione al respiro imparano a gestire l’ansia e le preoccupazioni.

5. Perché è un supporto allo studio, alla concentrazione e all’espressione di sé.

6. Perché attraverso le storie per crescere nutriamo l’intelligenza razionale ed emotiva, definendo un efficace veicolo di conoscenza del Mondo e di nuovi valori.

7. Perché attraverso attività artistiche diamo voce al mondo interiore del bambino, dando voce ai sentimenti ed alle emozioni.

8. Perché con un lavoro di interiorizzazione si arriva alla meditazione, favorendo un maggiore ascolto del proprio corpo, una diminuzione dello stress e dell’aggressività.

9. Perché fa entrare il bambino in una dimensione diversa, allontanandolo dalla frenesia degli impegni pressanti, dal tecno stress (cellulari, tablet…), una concreta conoscenza di se stessi, liberando energie creative, potenziando le capacità di comprensione ed apprendimento.

10.Perché tutte le tecniche apprese le potranno utilizzare per tutta la vita, anche da adulti, sapendo gestire i momenti di stress e risolvere con calma le problematiche della vita.

11.Perché attraverso un approccio integrale volto allo sviluppo di tutti i livelli dell’esistenza può crescere armonicamente e sviluppare appieno tutte le sue potenzialità

12.Perché si diverte e impara divertendosi.

 

Il tipo di yoga proposto ai bambini si avvale degli stessi raffinati strumenti di quello per gli adulti. L'impostazione diventa essenzialmente ludica ed i tempi sono adattati all'età dei bambini dando ampio spazio al movimento e introducendo gradualmente la dimensione di ascolto, attenzione, lentezza e silenzio. 

Evitando forzature ed eccessive correzioni, si fa leva sulla modalità del gioco, la curiosità di sperimentare, la percezione del benessere, l'attitudine alla immaginazione e alla imitazione.

Si esplorano così vari rami dello yoga: yàma e niyàma (osservanze per rimanere in armonia con se stessi e gli altri, approfondite per esempio attraverso le favole), asàna (posizioni yoga per lo più derivate dalla tradizione antica), pranayàma (che in realtà per i bambini, ma fondamentalmente anche per gli adulti, si traduce in esercizi di respirazione), pratiyahàra (focalizzazione sul mondo interiore), dhàrana (concentrazione) e dhyàna (contemplazione).

Le posizioni yoga sono ispirate alla natura. Imitando e interpretando animali, piante ed elementi naturali, si sperimentano diverse qualità e stati d'animo (sentirsi ben radicato come un albero, grazioso come un fiore, calmo e stabile come una montagna, fiero come un leone, generoso come il sole, ecc).

Oltre al corredo caratteristico dello yoga, sono inseriti anche specifici giochi e racconti che incoraggiano l'apertura e la socializzazione e stimolano l'immaginazione, la riflessione e il dialogo. La musica viene utilizzata in particolari contesti per favorire il rilassamento o l'ascolto interiore. 

 
Si presta particolare cura all'aspetto non competitivo: i giochi non comportano vincitori né vinti o esclusi, così come le posizioni yoga, che prevedono tante varianti quanto differenti sono le proporzioni e le possibilità dei bambini. Confrontandosi in diverse tipologie di giochi e posizioni all'interno di un atteggiamento non competitivo, si scoprono le diverse abilità di ognuno incrementando la valorizzazione di sé e dell'altro.
 
Le attività sono diversificate e organizzate all'interno di ogni singolo incontro secondo la seguente struttura di base (in relazione alla fase del corso e all'età dei bambini, ognuno dei tre momenti ha durata differente):
•giochi introduttivi e riscaldamento (giochi di conoscenza, giochi di fiducia e sintonia, giochi di movimento, giochi di riscaldamento);
•giochi propedeutici (giochi di ritmo, giochi di respirazione guidata, preparazione alle asana e centratura) e asana (posizioni yoga);
•rilassamento, visualizzazione e racconti (favole per crescere, favole o filastrocche di ambientazione per le asana).
 

Insegnante: ELISABETTA IORI

  


P Please consider the environment. Print only if necessary